robba

robba

novembre 12, 2004

guida alla scelta del vino. guida alla scelta del vino, in una unica singolarissima regola. premessa dell'autrice. meno cultura del bere, più educazione al bere. questo l'obiettivo del mio manuale, dedicato alle persone che amano il vino con moderazione, senza nozionismo e senza approssimazione. il testo è dunque sconsigliato a tutti coloro che hanno occasionalmente o continuativamente frequentato corsi da sommelier negli ultimi cinque anni, a coloro che nell'arco dell'ultimo anno hanno acquistato e infilato in cantina un numero di bottiglie più che proporzionale rispetto a quelle stappate e bevute, a coloro che almeno una volta nella vita hanno servito il vino nei bicchieri di plastica o in quelli a fumetti della nutella. più radicalmente, la sottoscritta invita alla astensione dalla scelta e dall'acquisto del vino tutti gli individui maschi tra i trenta e i quaranta anni, laureati in discipline giuridico-economiche o tecnico-scientifiche e con un reddito annuale compreso tra il secondo e il terzo scaglione irpef duemilatre. la lettura di questo testo, agile e pratico, è invece raccomandata alle signore esauste delle lunghe pause davanti alla carta dei vini, delle scelte spesso mediocri e sempre affettate dei maschi summenzionati. proprio nelle donne, pragmatiche e abituate agli acquisti, risiede l'unica speranza che il vino diventi finalmente un prodotto come gli altri e con un giusto rapporto tra qualità e prezzo. non il sassicaia del vinitaly, ma nemmeno il novello del supermercato. infine, onde evitare equivoci, la sottoscritta precisa che non costituiscono oggetto della presente trattazione le scellerate bevande al gusto di vino. ecco dunque la monoregola. comprate e ordinate scegliendo in base all'etichetta posteriore. ottimo segno se è assente. se è presente, assicuratevi che sia laconica. finché indica la gradazione alcolica e il luogo di produzione, state pure tranquilli. tollerate, anche se con difficoltà, eventuali rievocazioni storiche o citazioni poetiche. desistete senza indugio davanti all'etichetta che enuncia i vitigni o, addirittura, il bouquet e gli abbinamenti con i cibi. provvisti di monoregola, ora andate e bevete.
cit. prendiamo un novello


robba 17:15
Powered by Blogger