robba

robba

novembre 26, 2004

alcune ossessioni. sotto il mantello della formalità, ogni persona rispettabile nasconde alcune ossessioni. facoltà che a un tratto diventano cogenti, imperative, inderogabili. non faccio eccezione. tra le nuove entrate, la mia vespa. necessariamente senza parabrezza e bauletto. motivazione puramente estetica. infiniti i disagi in una città tropicale come la capitale. guida ad occhi chiusi tra i pacchetti, e non soltanto a natale. d'altra parte, perché sia lucida, provvedo a strofinarla giornalmente con un panno di daino speciale. avanspettacolo gratuito per il portiere. soltanto biosalvette struccanti, invece, per lustrare scarpe e stivali. incalcolabili i chiodi alimentari. l'ultimo interdetto riguarda i prodotti lievitati. motivazione parasanitaria. secondo oshawa infiammano i seni nasali e paranasali, provocando cefalee secondarie. nuovissimi anche i vincoli per il tempo libero. permesso accendere il televisore soltanto per guardare un film o una trasmissione selezionati attraverso la guida ai programmi. vietato cambiare canale. sperimentale il pallino degli acquisti su internet, per il momento riservati soltanto alla musica, alla verdura biologica, al cachemire. infine, i capricci grammaticali. alla scarsa considerazione per le parole tronche, le espressioni straniere, e quelle anglosassoni in particolare, sopraggiunge la repulsione per i verbi intransitivi, per i verbi e i sostantivi monosillabi e bisillabi, comprese tutte le irritanti particelle pronominali. una ossessione che lacera progressivamente questa pagina e perfino questa confessione.

robba 14:09
Powered by Blogger