robba

robba

settembre 19, 2004

sdraiarsi sul divano e immaginare il prossimo autunno. passare il finesettimana fuori. leggere fiesta. stappare una bottiglia di vino rosso e pelare castagne accanto al fuoco. collezionare foglie morte. potare le piante sul terrazzo di casa. avvolgersi in una coperta davanti alla televisione. rinnovare da cima a fondo il guardaroba. comprare un nuovo borsalino. indossare il solito impermeabile. ricominciare ad andare al cinema. guardare il mondo con un teleobiettivo. andare dal parrucchiere. vestire soprattutto marithé francois girbaud. risparmiare. cambiare abitudini tre volte a settimana. comprare ogni mattina un quotidiano diverso. cucinare. fare colazione con tramezzini farciti di miso e tahin. fare colazione fuori. mangiare moltissime cotolette di glutine. ordinare una nuova cucina. frequentare il pigneto. continuare a vivere ai parioli. preparare la polenta bianca con i chiodini nella pentola di coccio. invitare gli amici a cena. tornare a casa con un monte bianco. prenotare un finesettimana a londra. ridere di sé ma senza abbondare. appuntare il colore di un pomeriggio. ascoltare musica. ascoltare qualsiasi cosa. realizzare l'abuso edilizio dei propri sogni. pubblicare un breve racconto. passare a trovare la nonna. andare molto in bicicletta. ottenere un aumento. in mancanza, lavorare ad altro. fumare una sigaretta all'asciutto mentre fuori diluvia. pensare. garantire l'ordine della propria scrivania. dare un peso, un volume e un prezzo a tutto ciò che capita di buttare. bilanciare gli aperitivi. combattere con qualsiasi arma la noia delle conversazioni. rimescolare la propria ironia. sopravvivere ai dopocena. telefonare alle amiche o, almeno, citofonare. invitare le sorelle. andare a spasso con una deliziosa sassofonista. rinnovare telefono e motorino. rinnovare la patente. trovare un medico. regalare ventuno paia di calzini al proprio fidanzato. non farsi prendere dal panico. tenere presente che la vita è una commedia americana, darsela a bere. conservare sotto spirito la propria perfidia, perché non vada a male. piangere e dormire moderatamente. leggere attentamente le istruzioni. sgranare gli occhi. allungare le gambe. sdraiarsi sul divano e immaginare il prossimo autunno.
cit. il monte bianco, il prossimo guardaroba, la deliziosa sassofonista


robba 16:11
Powered by Blogger