robba

robba

settembre 03, 2004

molti bei fotogrammi che insieme non fanno un film. ma poi, una volta a casa, squadra e livella nella tasca posteriore dei pantaloni elasticizzati, verifico io stessa che la vita al ritorno dalle vacanze è ovvio la stessa di sempre. noto che il quadro che ho regalato al mio fidanzato per il suo compleanno è ancora sul divano, nessuno lo ha inchiodato. noto che i ricordi sono molti bei fotogrammi che insieme non fanno un film. mi rendo conto che l'unità di misura del tempo moderno è un'angusta settimana. vado a dormire. stamattina, appena sveglia mi rimbocco i calzoni, infilo le scale, scivolo sul passamano di ottone appena lucidato, saluto il portiere incredulo e, bicicletta in spalla, attraverso lo soglia del portone. è venerdì mattina, nemmeno le nove, e percorro la pista ciclabile in salita fino all'ambasciata americana, svoltando dentro villa borghese deserta. i vecchietti su due ruote sono velocissimi, guardo il paesaggio senza poterlo realmente vedere, provo a non investire i genitori con bambini che passeggeranno per questi viali nel finesettimana. quando torno a casa la cameriera sta soffiando via la polvere dagli scaffali americani. scivolo nella doccia tiepida, leggo la risoluzione quindicicinquantasei, lancio un occhio all'armadio. al supermercato biologico spendo diciassette euro. arrivo in ufficio in anticipo. ancora non mi fido di me.

robba 13:53
Powered by Blogger