robba

robba

giugno 21, 2004

la radio rimanda musica anni ottanta
la radio rimanda musica anni ottanta. vado ad una festa di compleanno a bordo piscina. la piscina guarda l'isola di capri dritta negli occhi. è piena di acqua salata e di ragazzi perbene. la festeggiata è un giovane magistrato. nella fotografia pitone si muove come un alieno fosforescente. ale è tornata da new york. mi racconta che l'altra sera a napoli è andata a cena con un giapponese. anche lui sosteneva di essere un blogger. le dico che era joi ito. lei spalanca gli occhi, chiede come faccio a saperlo. poi aggiunge che dé e lorenzo lo hanno preso in giro per tutto il tempo. colpevole, il poveretto, di avere aperto il suo portatile ed essersi connesso dal ristorante. dobbiamo andare via quasi subito, ancora problemi con la barca. quando arriviamo al cantiere hanno montato il primo motore. il padrone dice che sabato prossimo romperemo la bottiglia di sciampagna. lui si esprime solo per metafore. alle nove torniamo a posillipo, recuperiamo il vecchio mario ed usciamo. mario dice che, da quando lo hanno amputato, lo chalet delle maschere gli provoca una fitta nel cuore. entriamo lo stesso, ordiniamo tre prosecchi ed il cameriere ci versa l'intera bottiglia in grossi bicchieri da long drink. indosso una gonna di seta nera, una canottiera bianca ed una grossa catena d'argento. il filosofo mi suggerisce una posizione più elastica sulle gambe. alla boy george. guardiamo il finale di olanda-repubblica ceca e paghiamo sei euro. poco più avanti tre pizze e tre birre ci costano venti euro. passiamo tutta la domenica in casa. a leggere un rapporto del censis sull'e-democracy e a prendere il sole. ci tuffiamo dal moletto, nuotiamo controcorrente. mangiamo tramezzini con la signora ed una sua amica calabrese. lei è la presidente di un'azienda concessionaria della coca cola. racconta che la producono con uno sciroppo di cui naturalmente nemmeno loro conoscono la ricetta. dice anche che quando l'estate tarda ad arrivare vendono meno. dimentico di chiederle se a casa la bevono. alle sei andiamo via, torniamo a roma. l'autostrada è quasi vuota. la radio rimanda musica anni ottanta.
cit. il blog di joi ito, il rapporto del censis sull'e-democracy, la coca cola, il ritorno di boy george, gli anni ottanta di pier vittorio tondelli (in particolare: dinner party ed un weekend postmoderno)


robba 10:10
Powered by Blogger