robba

robba

febbraio 08, 2004

sognando un sindaco migliore
sognando un sindaco migliore. andiamo al festino jazz di michele, poi torniamo a casa a guardare il secondo episodio di heimat. io preparo dei tubettini con prezzemolo aglio e olio, lui critica il mio concetto di spaghettata. si addormenta prima che trovi una risposta appropriata. al terzo capoverso siamo a capo e a piedi sul divano. il mio ultimo ricordo è edward che torna a schabbach. alle quattro e mezza ci trasferiamo dal divano al letto. punto la sveglia alle otto e trenta. con false speranze. quattro ore dopo mi giro dall'altra parte, sognando un sindaco migliore. alle dieci lui preme il pulsante della veneziana. è una giornata di primavera. guardo fuori e vedo solo alberi ed ovatta. alcune figure solitarie trasportate dalla corrente di via panama. nessuna automobile. penso che piuttosto che prendere l'autobus potrei portarmi in spalla quella bicicletta. quella sul terrazzo, sotto il telone. trovo anche uno zainetto. microsoft: gadget di una serata all'hollywood. quattro anni fa. ci metto l'agenda, la macchina fotografica, l'arrosto di seitan e il budino provamel. lui mi aiuta ad infilarmi in ascensore. poi saluta complimentandosi. mi osserva dal terrazzo. taglio la città come un grosso frutto.

robba 13:30
Powered by Blogger