robba

robba

gennaio 30, 2004

per una tonsilla infiammata
gli spogliatoi del napoli negli anni ottanta. all'asta del fantacalcio arrivo vestita da sean young in cocaina e accompagnata dall'avvocato. in redazione ci sono già fede a adriano, vestiti come al solito e senza assistenza legale. quindici minuti dopo l'ora fissata, chiama michele. michele sta nella mia squadra. dice che non viene, se ne era completamente dimenticato. se ne è accorto adesso solo perché andrea l'ha chiamato per informarci che tardava. gli dico di far presto, lo aspettiamo. mi risponde che è in palestra, e solo da mezzora. gli ripeto la stessa frase, in grassetto. dice che arriva subito. partecipare ad un'asta di fantacalcio, per me, è come entrare negli spogliatoi del napoli negli anni ottanta. e se vedeste i miei colleghi comprendereste i miei timori. mi sono portata dietro un tiro e la videocassetta de l'uomo in più di paolo sorrentino. d'altra parte potrebbero mettermi in grossa difficoltà: conosco bene solo i calciatori degli anni novanta. anni ventilati, in cui l'unico punto di riferimento erano i referendum e i campionati. ad ogni modo non ho alcuna intenzione di fare sul serio. sono venuta solo per spendere.

robba 13:10
Powered by Blogger