robba

robba

dicembre 24, 2003

in pena per saddam. collegamento blogger dalla scrivania dello studio di mio padre. con un pc che sembra la lettera ventidue. moretti sarà uno stereotipo umano - ieri mattina comprava dischi da rinascita per un amico che ascolta cose tipo van morrison - ma in questo caso ha ragione. le città col vulcano friggono come grosse uova all'occhio di bue. napoli è nervosa ed i suoi abitanti sono in continua entropia. stamattina via chiaia era una parentesi. i napoletani scivolavano sul ghiaccio secco sotto uno scampanellio nordamericano. due neri vestiti da babbo natale suonavano i bonghi in piazza dei martiri. mentre correvamo in banca li ho fotografati. una volta i botti frullavano in aria come in una notte di guerra. ora no. a casa tutto bene. le mie sorelle vanno e vengono coi regali ed io le riprendo con la telecamera. i loro amici citofonano in continuazione con pacchi e quant'altro. è appena andato via un tale detto stream con un libro per la foka. foka è nata la vigilia di natale di ventidue anni fa. noi altre stavamo da sole a casa con la nonna, con il permesso di mangiare con le sedie messe al contrario. ma eravamo felici che arrivasse una bambola nuova di zecca. oggi come oggi mia nonna è convinta di essere mia zia e mi racconta strani fatti. è tutta in pena per saddam, per esempio. noi siamo arrivati in treno ieri con otto colli. entrambe le città, quella di partenza e quella di arrivo, erano statue di sale. il traffico aveva pietrificato tutto. in serata siamo stati al consueto natalino decobretto. come al solito ho mangiato niente e bevuto ca' del bosco. c'era un grosso pesce che non voleva saperne di entrare nella pesciera. qualche discorso frammentato su parmalat e sul trovatore. un po' di neve. cerimonia dei regali con acclamazioni e grandi insulti, un'istantanea vanziniana con il point of view della filippina. insomma tutto uguale. tranne qualche bambino nato o in arrivo, nuove case, nuove distanze, nuovi scatoloni professionali. del resto dal venticinque in poi saremo tutti sparsi per il mondo. per il momento qui. ognuno archiviato nella sua casella.

robba 17:53
Powered by Blogger