robba

robba

ottobre 16, 2003

qualche specchietto col vicino di casa. giornata pesante? giornata pesante. ormai con il caratterino che ho estratto a sorte e con il lavoro che mi sono scelta la cosa appare senz'altro scontata. tanto che domattina non ci penso proprio a presentarmi in radio senza il ferro. senza la mazza da golf. sì, avete capito bene, stessa idea di quel regista identico a thepetunias in quel film là. ma lynch non c'entra. il punto fondamentale è che la vita, quando il vento la gonfia da questo lato, può prendere invece pieghe molto alleniane. premesso che a cinquantanni, se tutto va bene, sarò una geena rolands meno bella e senza la carriera che il regista quattrocchi le cucina in un'altra donna, adesso, chi sono? non ne ho alcuna idea, ma ieri ho visto "anything else". non sto qui a discutere se sia o no un bel lavoro, basta con le recensioni. dico solo, amici miei, che quella sì, quella è gente che riconosco. per il resto, è un tale abisso. tanto che per lo più adoro gli sconosciuti. in motorino, in particolare, mi costruisco bei castelli. e non parliamo dei sogni, notte tempore. ma d'accordo, smetto di tediarvi. mi preparo quel deciso vodka tonic desiderato sin dalle prime luci, m'ascolto questo rachelle ferrell live in montreux che gaia assicura sia un bel disco e, per smaltire i sei centimetri che mancano perché l'orologio fermo segni l'ora della cena, mi faccio qualche specchietto col vicino di casa. poscritto: andatelo a vedere, il film.

robba 20:12
Powered by Blogger