robba

robba

ottobre 22, 2003

anche se voi fate finta di niente. un po' d'attenzione, per favore. con le prime piogge mi si sono infeltrite le giornate e sono rimasta indietro sulla tabella di marcia. stamattina riprendiamo la cronaca mondana. perché loro sono intorno a noi, anche se voi fate finta di niente. partiamo da qualche sera fa. mentre cicci era intento ad annusare l'ascella del pigiama balloon che aveva indossato tutto il giorno, a pochi metri da qui, nella loro magnifica casa, una di quelle rimesse incredibili al centro di villa borghese, donatella e lamberto si sedevano a tavola. istantaneamente, però, commettevano un fatale errore: tra i convitati, oltre al prefetto e al petroliere, c'erano il banchiere e il professore. va da sé che quest'ultimo, napoletano al midollo, di botto prendeva per il colletto il penultimo, colpevole ai suoi occhi di essersi mangiato il suo vecchio banco come neanche pacman. nello stesso finesettimana, mentre noi trangugiavamo rossi per smaltire la pioggia, in quel di capalbio i salvi davano la sobria festicciola che si conviene ad una borghesia conservatrice. imprevisto successo per l'onorevole brutti - uno degli uomini migliori della sinistra - che, occasionalmente scapolo per il viaggio della neosposa nella madre russia, conquistava il seggio di ottimo ballerino. ma passiamo avanti. e veniamo a lunedì. alla tossica cena da gusto - uno dei ristoranti peggiori di roma - in cui la signora ci informava sulla prossima gita dell'aristocrazia partenopea. nei giorni a venire, infatti, un pulman carico di bagagli e blasoni assalterà palazzo massimo a siena. proprio il principe massimo, infine, chiudeva il cerchio incrociando il pigrissimo cicci che tornava dal lavoro, qui sotto, nell'androne del palazzo trasformato in nobile guardaroba. la marchesa - sin qui famosa solo per aver detto in una riunione di condominio che il cortile era un giardino e non un parcheggio - dava finalmente un cocktail, e le api venivano al miele.

robba 09:03
Powered by Blogger