robba

robba

settembre 03, 2003

finire al cinema farnese con qualche bellissimo e scoppiato trentenne. un'altra cosa che non capirò mai dei romani, è perché non vanno tutti a prendere l'aperitivo alla vineria di campo de' fiori. sorvolando sullo sciame di moscerini cinematografici e giornalistici che l'avvolgono, che invero potrebbe risultare fastidioso a chi si ritiene più autentico, c'è da dire che è sicuramente il posto più economico di roma. per essere chiari: una birra alla spina media costa due euro e mezzo. naturalmente, se seguite la dritta non dovete sbagliare. di vinerie là in mezzo ce ne sono parecchie, quella di cui parlo è la seconda a partire dall'angolo di strada che dà su piazza farnese. poi, se proprio volete sapere, vi dirò anche non è affatto il mio posto preferito. che quando posso, svicolo volentieri i frequenti appuntamenti con cicci, dé o gaia, lì intorno. poco intimo e marasmatico, è troppo italiano e proprio lontano dalla mia idea americana del bar. nella quale ci si siede al banco o ad un tavolo con un'amica, un paio di amici massimo, si chiacchiera lentamente e si beve un martini cocktail a regola d'arte. e invece, a campo, la situazione è una specie di festa del liceo, dove si gironzola con la birra in mano (vi consiglio vivamente di non ordinare altro) o dove ci si appoggia in ventinove all'ultimo cerchio di metallo disponibile e chiamato tavolino. quindici giorni e, naturalmente, conoscerete tutti. altri cinque e vi capiterà di essere invitati a cena da una di queste ragazze un po' sessantottine, in abiti costume national e sandali gucci rigorosamente piatti. o di finire al cinema farnese con qualche bellissimo e scoppiato trentenne con leggeri problemi finanziari. a patto, ovvio, che ciò riscuota il vostro interesse. me possibilmente non m'incontrerete, io fondamentalmente sto cercando qualcosa di diverso.

robba 11:04
Powered by Blogger