robba

robba

settembre 11, 2003

e il tempo in qualche modo s'era azzerato. mi ricordo esattamente cosa stavo facendo l'undici settembre. svolgendo un lavoro giornalistico, è tutto documentato. erano tipo le tre, quando ale, un mio collega, scorrendo le agenzie, ne trova una pazzesca. un'adnkronos delle 14:56, titolata «aerei: entra nel grattacielo del world trade center ny=». ma io nemmeno lo ascolto, faccio un mezzo sorriso e rimetto la testa sul pc. poi ale legge la notizia: «new york, 11 set. - (adnkronos) - un aereo è entrato nel grattacielo del world trade center ed è ancora all'interno. a quanto ha dichiarato il vice presidente della cnn testimone oculare dell'incidente. mostra le immagini di una densa colonna di fumo fuoriuscire dal grattacielo che mostra un enorme foro nei piani alti». c'era anche michele. ci guardiamo in faccia e ci diciamo che solo l'adnkronos poteva fare un lancio così. che significa «è entrato ed è ancora all'interno»? qualche minuto dopo usciva l'ansa. più precisa. accendiamo la tv e c'è emilio fede. le immagini. ale dice: «è bin laden». sembrava già una cosa logica. tanto più che la sera prima, era lunedì ed erano le 23, avevamo fatto una trasmissione sulla droga e sui talebani. sui finanziamenti onu ai talebani, per essere precisi. era ancora il periodo in cui se cercavi su google immagini dell'afghanistan, trovavi solo un paio di foto di emma bonino. ma comunque, qualunque cosa riesca a dichiarare oggi sui giornali il solito incredibile prodi, le minacce di bin laden le conoscevano anche i muri: c'erano articoli su articoli persino su «io donna». naturalmente per quel martedì nessuno si è più mosso dalla redazione. molto più tardi è arrivato il mio capo, ignaro di tutto. lì per lì non capiva: la prima pagina del nostro sito internet sembrava un videogame. autobombe al dipartimento di stato, il presidente in fuga, fiamme in tutta america. ma non so dirvi che ora fosse. prima avevamo visto i corpi cadere. e le torri crollare sulle persone. e il tempo in qualche modo s'era azzerato.

robba 12:27
Powered by Blogger