robba

robba

settembre 10, 2003

borghesi piccoli piccoli. succede. succede anche ai borghesi piccoli piccoli, di tanto in tanto. uno ha un gran da fare e non ha tempo. nemmeno un attimo di due millimetri per aggiornare il blog. ma forse sto dicendo una cavolata. se aveva ragione zenone, il tempo è divisibile all'infinito, e quindi uno spazietto si trova sempre. il fatto è che io, a differenza del gobbo juventino dello spot cepu, vado pazza per il diritto. oddio, sia chiaro, non avrei fatto l'avvocato manco morta. ed il mio ritiro dal concorso da magistrato è una frattura familiare non ancora saldata. però quando entro in quelle intercapedini strettine, c'è ancora quel non so che che m'affascina. abbandonate quell'aria esclamativa: non c'è niente di male. anche un ragioniere mancato ogni tanto avrà malinconia della sua ragioneria. ad ogni modo ieri è andata così. tutto il giorno a studiare e a lavorare e poi la serata sul divano a fumarmi tre sigarette. che poi una malboro light sola mi manda in coma e quindi per me è stato un sballo. alla fine, mentre iniziava brand:new, è arrivato il novello imprenditore. di ritorno dal suo primo cda. mi ha guardato come un cane bastonato, poi è andato in camera e s'è buttato sul letto frignando. rischio bancarotta? no, il solito capriccio.

robba 13:27
Powered by Blogger