robba

robba

giugno 25, 2003

ma come, io la lascio, e lei sopravvive? la fine della storia tra mia sorella mike e giampol poteva essere un bel drammone russo. di mezzo però ci si è messa l'ironia di famiglia, unica dote, insieme alla spada di damocle delle vene varicose, serbataci da quella simpatica ottantenne che è mia nonna. ieri pomeriggio la questione è stata lungamente discussa nello studio della ginecologa. relatrice la stessa mike, discussant un'altra sorella, quella detta «foka», e la sensibile dottoressa. il caso è quello del fidanzato fuoricorso a cui cade la laurea addosso, per cui va in crisi. vitalissime farmaciste come mike, ne hanno parlato anche lunedì, al compleanno di adi (le amiche di mike tra loro si chiamano tutte «adele»). alcune sono rimaste sotto la botta impressionate. in un sms una delle adele ha scritto: «siamo usciti. l'ho visto un po' freddo. ha detto che sta scocciato. è un periodo. ha mille cose da fare e non è felice. ma io non c'entro. sarà vero? adi, potevi dormire qua». mah! intanto, oggi pomeriggio, come due più due fa quattro, è arrivato il banale epilogo: giampol ha richiamato mike. per chiederle di vedersi. il problema è che lei gli ha risposto raggiante come al solito. lui, che s'era quasi ripreso dalla crisi post-laurea, è ripiombato in un buco nero. ma come, io la lascio, e lei sopravvive?

robba 16:40
Powered by Blogger