robba

robba

maggio 03, 2003

stalin e il polpo. sto leggendo un libro su beria, il capo della polizia politica di stalin. quello che è uscito dal giornale, per intenderci. ebbene: nel ritratto di stalin contenuto nell'introduzione, nelle sue tecniche da divide et impera - far fare capa e capa ai suoi sottoposti, non avere un amico manco morto, non concedere uno straccio di potere a nessuno, eccetera eccetera - ci ho ritrovato pari pari il mio capo. badate bene: non il direttore del distributore automatico, un altro. uno che inciampa sui suoi stessi congiuntivi e a cui in realtà sto facendo anche un grande complimento, paragonandolo a stalin. però, più becere e meno affilate che siano, le tecniche sono le stesse. segno che, grande o piccola, la natura umana conserva sempre un certo coefficiente di comune istintività. istinto? sì, perché se stalin aveva un cervello, lo stesso non si può dire del nostro salame di polpo. per lui posso parlare solo di istinto.

robba 11:01
Powered by Blogger