robba

robba

maggio 11, 2003

ammutolimento da prima repubblica. i magistrati non sono tutti prevedibili e bigotti. e non sono nemmeno tutti conservatori e forcaioli. per esempio? per esempio ieri sera siamo stati a casa di un giudice della suprema corte, padre di una mia cara amica, mia maestra di dissoggettamento. un tipo brillante, che ha fatto questa cena senza invitare nemmeno l'ombra di un collega, abbondando invece in scoppiati, registi, stilisti, conduttrici ed attricine, tutte chiaramente sbigottite dalle sue pro cluentio, tutte con la mano sul cuore a giurare di essere «persone perbene». dopo qualche bicchiere di vino, io, cicci e dé, abbiamo prestato le sponde per fargli cantare tutto il repertorio. da ezio mauro, «la forza sia con lui», a «il giunco che si piega ché il vento addà passare», alla bocca di rosa del tribunale di milano, fino al pinochet rivalutato. immaginerete gli ospiti chicchettosi. ammutolimento da prima repubblica.

robba 12:12
Powered by Blogger