robba

robba

marzo 03, 2003

patrizia tosini mi scrive spiegando che l'atm in realtà non vale molto. che dire? paolo mereghetti i film se li vede tutti e di tutti scrive. e noi che non siamo nemmeno mereghetti, ma che siamo nel mondo - anzi, siamo a roma, cioè nella capitale del supplì surgelato servito da studentesse gioiose come piero fassino e dei ristoranti-sola (genere duke, celestina, ditirambo, per dirne tre) frequentati malissimo anche grazie alle foto di chicco e michela, - dobbiamo fissare la pagliuzza e non la trave. insomma: perché vaneggiare elogiando un magistrale tramezzino servito su tovaglioli veri da camerieri professionisti da ciro a mergellina? o tinteggiando il cinghiale in salsa viola di un anonimo ristorante sulle pizzorne? restiamo con i piedi per terra. ed accontentiamoci dell'anguilla di cemento su cui ci servono una kronenburg, gelata e dell'unità di misura richiesta (che è già moltissimo), all'atm. e poi per parlare di settimio, trattoria romana strafamosa per le sue polpette, o dei fagiolini dello sprucido felice, ci sarà tempo e modo.


robba 14:20
Powered by Blogger