robba

robba

marzo 02, 2003

il sabato sera si va a teatro. una massima che a casa mia vige solo da un paio di settimane, diciamocelo pure. comunque, a dispetto delle delusioni collezionate su e giù per l'italia dal piccolo di milano al nuovo di napoli, con i contemporanei e con i classici, ieri per otto euro noi (ed altri tre spettatori) abbiamo visto un onesto capolavoro. il testo era di jean genet, le serve, e vabbé. il direttore artistico della compagnia è roberto de simone, e figuriamoci. ma che incanto gli attori: jole rosa - «musa inquietante degli anni ottanta», si legge nelle note di regia - e gianluca pezzino. solo due: la padrona emerge ogni volta dal petto di una delle serve. palpabile la regia, dello stesso pezzino: un pianista. perfette le luci, le musiche minimali e la musicalità nient'affatto minimale della recitazione. suggestivo il teatro senza palcoscenico delle «stanze segrete». in via delle penitenza tre, roma. ogni venerdì, sabato e domenica alle ventuno, fino al tredici aprile.

robba 12:58
Powered by Blogger